Hygge: la felicità nelle piccole cose

Come meraki, anche il termine hygge è intraducibile e racchiude in sé un mondo intero.

Hygge è una parola danese che in cinque semplici lettere riassume “l’attitudine a trovare la felicità nelle piccole cose di ogni giorno”, una predisposizione alla gioia quotidiana.

Significa creare un’atmosfera accogliente e intima, assaporando a pieno i piaceri della vita circondati da chi amiamo, rallentando, rispettando ritmi di vita naturali e dedicandoci alle cose che contano davvero.

La luce calda di una candela è hygge, una tisana sorseggiata leggendo un libro è hygge, la famiglia e gli amici sono hygge. Per dirla con le parole di Marie Tourell Søderberg, autrice del bestseller Il metodo danese per vivere felici. Hygge: “una specie di bussola che ci guida verso piccoli momenti che il denaro non può comprare, per scoprire la magia dell’ordinario”.

Intimità e connessione, essere e non avere o apparire.

Hygge è l’approccio alla vita che abbiamo (o cerchiamo di avere) ogni singolo istante. Lo abbiamo sempre avuto, ma da qualche anno è diventato ancora più forte perché siamo stati obbligati a rallentare (qui potete leggere la nostra storia) e non potevamo di certo escluderlo dal modo in cui viviamo anche le sessioni fotografiche. Ecco perché non vogliamo proporvi mini sessioni standardizzate e con i minuti contati, ma preferiamo regalarvi del tempo di qualità da trascorrere come preferite.

Tutti i nostri servizi – di famiglia, maternità, coppia, ma anche quelli di matrimonio – sono stati creati tenendo a mente la filosofia hygge.

Ci conosciamo un po’ davanti a una tazza di tè caldo (o di prosecco… scegliete voi!), cerchiamo di entrare in relazione con voi, vi ascoltiamo, ridiamo, ci raccontiamo. Ci piace coccolarvi con piccole sorprese (decisamente hygge) prima del servizio e vedere i vostri sorrisi, i vostri cuori che si aprono. A volte basta davvero poco. Poi, durante il servizio fotografico rispettiamo pienamente i vostri tempi e vi permettiamo di costruirvi una bolla solo vostra, lasciando fuori tutto il superfluo, sia che si tratti di una giornata all’aperto sia che preferiate una sessione a casa vostra.

Le piccole cose quotidiane sono quelle che ci fanno battere più forte il cuore da quanto, in realtà, sono grandi e riempiono la vita di valore.

Qualche giorno fa, dopo un servizio di maternità a casa di Marta e Jonathan, abbiamo ricevuto da Marta questo messaggio: “Stamattina mi sono svegliata e ho trovato la colazione pronta da Jonathan che era uscito… come dite voi, è nelle piccole cose che sta la felicità… Io rimango ancora estasiata da questi piccoli gesti che fanno parte di qualcosa di più grande.”

Ecco la nostra visione di hygge, che è quella che poi condividiamo con chi ci affida l’onore di raccontare le sue gioie quotidiane.


L’anno scorso, per Natale, abbiamo anche pubblicato sul blog un calendario dell’Avvento fatto proprio di piccole cose, di esperienze da condividere con chi amate per godervi la magia del periodo più hyggelig dell’anno. Dateci un’occhiata se avete voglia di immergervi in un dicembre fatto di gioia e calore!


La vera felicità si trova nelle cose semplici, apparentemente irrilevanti. Ma per essere consapevole delle piccole cose è necessario che tu sia tranquillo interiormente. È necessario un alto livello di attenzione. Sii calmo. Guarda. Ascolta. Sii presente. Diventa consapevole dei numerosi suoni della natura – il fruscio delle foglie nel vento, il rumore delle gocce di pioggia, il ronzio di un insetto, il primo canto degli uccelli all’alba.
Concentrati nell’azione di ascoltare. Al di là dei suoni c’è qualcosa di più grande: una sacralità che non può essere compresa attraverso il pensiero.
– E. Tolle –

Copyrighted Image

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per garantirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi